Mensa Carlos

(Barcellona, Spagna, 1936-1982)

A causa della guerra civile nel 1939 fugge dalla Spagna, e trova rifugio prima a Casablanca, poi in Francia. Fa ritorno nella sua nazione solo nel 1945. Nel 1957 inizia a dedicarsi alla pittura, decisione presa dopo aver visto la mostra «Pittori italiani», allestita al Palacio de la Virreina di Barcellona, e dove rimane impressionato soprattutto dalle opere di De Chirico. Sempre nel 1957 partecipa al Concurso Extraordinario de Pintura y Escultura promosso dal Real Circulo Artistico dell’Istituto Barcellonese delle Arti. Nel 1960 ha la prima personale al Museo Municipale di Matarò. Nel 1961 fonda con Teo Asensio e Enrique Maas il Gruppo Sintesis, con cui esporrà in Spagna, Danimarca e Svezia. Dal 1962 al 1964 partecipa a varie esperienze con il Circolo Arte d’Oggi, nato dalla confluenza del Gruppo Sintesis con un altro gruppo di pittori e scultori. Dal 1963 si dedica esclusivamente alla pittura. Il rapporto con l’Italia, mai concluso, inizia nel 1964-1965, con la partecipazione alla mostra itinerante «Expositión de Arte Contemporáneo Español en Italia». Nel 1966 è a Parigi con una borsa di studio ed espone in varie città italiane. Nel 1968 è a Milano per una personale alla Galleria L’Agrifoglio e, ritornato in Spagna, viene incarcerato alcuni giorni per sospetto antifranchismo. Nel 1969 espone alla Galleria La Nuova Pesa di Roma. Inizia un realismo con implicazioni simbolico-surrealiste. Dal 1970 nasce la lunga serie delle «Metafore» sulla condizione umana: maschere simboliche od oggetti surreali, che celano quasi sempre il volto dei personaggi. Nel 1971 tiene la prima personale alla Galleria Trentadue di Milano, dove esporrà nuovamente nel 1974, 1976, 1978. Le edizioni Trentadue pubblicano nel 1976 la sua prima monografia, curata da R. Tassi. Nel 1980 è in Germania alla Galleria Bollhagen di Worgswede, presso Brema. Nel 1982, colpito da un male incurabile, muore a Barcellona, dopo aver partecipato ad ARCO’82 a Madrid. Importanti retrospettive hanno avuto luogo in Spagna, mentre un’antologica è stata allestita nel 1985 al Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Sue opere sono state inserite nel 2002 nella rassegna «Mediterrània», a Palazzo d’Avalos di Vasto.

Autoretrato, 1971.
Mensa Carlos

Autoretrato, 1971.

Imagen, 1973.
Mensa Carlos

Imagen, 1973.

Rendez vous, 1974
Mensa Carlos

Rendez vous, 1974

Bipes Edem, 1973
Mensa Carlos

Bipes Edem, 1973

Osos rapis, 1974
Mensa Carlos

Osos rapis, 1974

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine

Arte per immagini

Arte per immagini

Mediterrania

Mediterrania