Ossola Giancarlo

(Milano, 1935)

Dal 1949 al 1954 frequenta i corsi serali dell’Accademia di Brera e della Scuola Comunale di Pittura del Castello Sforzesco. Dal 1950 al 1970 lavora come commesso, impiegato, pubblicitario e in seguito si dedica esclusivamente all’arte. Inizia un’intensa attività espositiva subito dopo aver partecipato Parigi, 1973. Il poeta Raffaele Carrieri (a destra) nello studio di José Ortega. 226 al Premio Michetti nel 1960 (in cui esporrà anche nel 1961, 1963 e 1982) e dopo la prima personale al Salone Annunciata di Milano nel 1961, presentato da Mario de Micheli. Nel 1963 ottiene il Premio San Fedele. Da quell’anno fino al 1984 è presente alla Biennale di Milano a Palazzo della Permanente, e nel 1986 espone su invito alla Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma. Delle numerosissime personali si ricordano quelle allestite alla Civica Galleria di Arte Moderna di Gallarate (1982), alla Galleria Trentadue di Milano (1983, 1986), all’Università Bocconi di Milano (1992), a Palazzo Sarcinelli di Conegliano (1993), alla Galleria Appiani Arte Trentadue di Milano (1993, 1994, 1999), a Palazzo Sertoli di Sondrio (1996- 1997), alle Logge dei Priori di Camaiore (1997), al Museo Epper di Ascona (1998). La sua attività è scandita da diversi cicli pittorici: dagli «Interni/Esterni» degli anni sessanta, alle «Città» e sul finire dei settanta gli «Interni con oggetti»; successivamente si hanno i «Cicli della materia» e la serie di lavori dedicati a Villa Arconti. Nelle opere più recenti ritornano le visioni di interni, ampliate nel loro aspetto suggestivo. Nel 2001 ottiene il primo posto al Premio Pittura Città di Busto Arsizio. Nel 2004 è presente alla mostra permanente «Arte per Immagini» al Museo d’Arte «Costantino Barbella» di Chieti, mentre nel 2005 espone allo Studio d’Arte Forlenza di Teramo. Sempre nello stesso anno, in occasione del 60o Anniversario di Confindustria-Chieti, ha una significativa personale sul tema della fabbrica nello storico Palazzo dei Veneziani, sede dell’Associazione degli Industriali della Provincia di Chieti, corredata da un importante volume monografico, a cura di Maria Cristina Ricciardi. Tra le esposizioni più recenti si ricordano quelle del 2010 a Milano, alla Galleria Ostrakon e alla Galleria La Colomba di Lugano (2011) e soprattutto allo Spazio Tadini, come mostra della rassegna «I grandi Maestri».
Giancarlo Ossola vive e lavora a Milano.

Deposito, 1985.
Ossola Giancarlo

Deposito, 1985.

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine

Arte per immagini

Arte per immagini