Jaume Damià

(Palma di Maiorca/ Spagna, 1948)

 

Nasce nel 1948 a Palma di Maiorca, dove si diploma all’Accademia di San Sebastiá e dove nel 1972 tiene la prima personale, alla galleria 4 Gats. Diventa insegnante di disegno alla Scuola d’Arte locale, ma non abbandona la carriera artistica. Fa parte di quel gruppo di artisti che, rivolgendosi a modelli della generazione precedente come Mensa, Orellana, Ortega e López García, hanno accolto come unica forma espressiva il linguaggio della pittura di realtà. Entra a far parte della più nota galleria dell’isola, la Sala Pelaires, nella quale partecipa ad una mostra in omaggio a Miró e nella quale espone di nuovo nel ’78, nell’81 e nel 2002. Numerose le mostre in Spagna e all’estero:  nel 1975 alla Galleria Ponce di Città del Messico, nel ’76 alla Galleria Rayuela di Madrid, nell’80 alla Galleria Lanzenberg di Bruxelles su segnalazione del critico Jean Clair. Successivamente alla Galleria Bollhagen di Worpswede, alla Bennassar di Pollensa a Maiorca e nell’82 alla Galleria Nickel di Norimberga. Viene notato dalla Galleria Levy di Amburgo che lo fa entrare nella sua scuderia e lo presenta dapprima alla Fiera Arco di Madrid nel 1983 e successivamente nella sua sede in Germania. Espone anche alla Galleria Stemmle-Adler di Heidelberg. Il 1985 segna l’inizio di un intenso rapporto con l’Italia con la Galleria Trentadue di Alfredo Paglione, che continua con le mostre alla Galleria Metastasio di Prato ed infine tra il ’91 e il ’93 con tre importanti mostre al Collegio Reale di Spagna a Bologna, al Castello Aragonese di Ischia e alla Galleria Davico di Torino. Seguono i successi internazionali e le mostre nelle più importanti gallerie d’Europa: nel ’90 e ’93 alla Galleria Levy di Amburgo, nel ’91 e ’92 alla Galleria Leandro Navarro di Madrid, nel ’99 alla Sala Parés di Barcellona, più volte tra il ’95 e il 2005 alla Galleria Juan Gris di Madrid. E’ spesso presente alle Importanti fiere d’Europa, la Fiac di Parigi, Arco di Madrid e alla Fiera di Basilea. Nel ’98 il Museo dello Splendore di Giulianova (TE) ha esposto sue opere. Jaume è di nuovo in Abruzzo nel 2004, quando delle sue opere vengono scelte per la mostra permanente Arte per Immagini al Museo Barbella di Chieti. Tra gli ultimi eventi degni di nota che lo riguardano si può ricordare che dal 2006 anche il Museo Correres in Spagna conserva le opere di questo artista realista, il quale nel 2007 esegue un ritratto per il Presidente delle Isole Baleari. Di recente ha lavorato per una grande opera murale per una chiesa di Palma di Maiorca e ha esposto una sua opera alla IV edizione di “Un mosaico per Tornareccio” (Chieti) del 2009.

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine

Arte per immagini

Arte per immagini