Rivers Larry

Roma, novembre 1992. Personale di Larry Rivers alla Galleria Il Gabbiano.

(New York, Usa, 1925-2002)

Figlio di Samuel e Sonya Grossberg, adotta il nome di Larry Rivers nel 1940, quando intraprende la carriera di sassofonista jazz. L’interesse per la pittura nasce dopo aver visto un quadro di Braque con un violino. Inizia a dipingere nel 1945, e nel 1947 segue i corsi di pittura di Hans Hofmann a New York e a Princetown. Nel 1948 si iscrive alla facoltà di Belle Arti della New York University. Nel 1949 ha la prima personale alla Jane Street Gallery di New York. Nel 1951 tiene una personale alla Tibor de Nagy Gallery di New York, dove esporrà in seguito regolarmente. Nel 1954 allestisce la prima mostra di scultura. Nel 1955 una sua opera viene acquistata dal Museum of Modern Art di New York. Nel 1956 è fra i dodici artisti scelti per rappresentare gli Stati Uniti alla Biennale di San Paolo in Brasile. Nel 1960 inizia una serie di pitture-poesie. Nel 1961 lavora a Parigi, nel 1962 collabora con Jean Tinguely ed espone al Museo di Arti decorative di Parigi. Nel 1965 presenta la prima antologica in cinque musei degli Stati Uniti. Nel 1966 prepara le scene e i costumi per Edipo Re di Stravinsky per la Filarmonica di New York. Dal 1968 al 1970 realizza opere su commissione per la New England Merchants National Bank di Boston, per il Centro Commerciale di Smithhaven e per la De Menil Foundation. Nel 1970 inizia a lavorare sui video, e nel 1973 partecipa a una rassegna allo Swedish Museum of Modern Art di Stoccolma. Negli anni 1980-1981 hanno luogo importanti antologiche a Caracas, Hannover, Monaco, Tubinga, Berlino. Nel 1982 espone alla FIAC di Parigi, alla Marlborough di New York e Londra. Nel 1983 è allestita una retrospettiva al Guild Hall Empton Museum di Coral Gables in Florida. L’attenzione al tema dell’olocausto lo porta a leggere Primo Levi, di cui fa ritratti presentati nel 1989 nei locali della «Stampa» di Torino. Una sua antologica tra il 1990 e il 1992 viene presentata in sei sedi. Nel 1992 ha la prima personale in Italia alla Galleria Il Gabbiano di Roma, mentre nel 1993 è alla Galleria Appiani Arte Trentadue di Milano. Nel 2002 ha un’importante retrospettiva alla Corcoran Gallery of Art di Washington.
Muore nell’agosto dello stesso anno. Sue opere sono state presentate alla mostra permanente «Arte per Immagini» al Museo d’Arte «Costantino Barbella» di Chieti nel 2004.

Vocabulary Lesson (Blue Eye), 1992.
Rivers Larry

Vocabulary Lesson (Blue Eye), 1992.

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine

Arte per immagini

Arte per immagini