Mariani Umberto

(Milano, 1936)

 

Dopo il Liceo Artistico di Brera continua gli studi in Accademia sotto la guida di Achille Funi, dove nel 1958 riceve per premio, come migliore diplomato, un viaggio alla Exposition Universelle di Bruxelles. La sua intensa attività artistica, già iniziata con le mostre al Palais des Beaux Arts a Bruxelles (1973) e al Musée d’Art Modern de la Ville de Paris (1974), è celebrata nel 1992 al Nuovo Museo Archeologico di Teramo con una vasta antologica, curata da E. Crispolti. Sempre nel 1992 il libro da lui scritto, Specchi, è esposto al Moma di New York nella mostra The artist and the book in 20th Century Italy, replicata nel ’93 al Guggenheim di Venezia. Nel 1997 iniziano i lavori per la grande scultura in acciaio corten inaugurata a Tortolì, mentre nel 1998 espone al Palazzo Reale di Milano. Partecipa a varie edizioni della Biennale di Milano, dal 1963 al 1993. L’attività artistica di Mariani è caratterizzata dalle suggestioni derivate dai numerosi viaggi che egli compie: tra il ’98 ed il 2000 è nel Mali, in Niger, in Tibet, nel Sahara e in Algeria. Durante questi viaggi incontra la popolazione Touaregh e l’architettura delle loro moschee, e da ciò scaturisce un ciclo di opere esposto nel 2000 alla Galleria Caltex di Biella, nel 2001 alla Galleria Artiscope a Bruxelles e nel 2002 allo Spazio Annunciata di Milano. Nel 2002 realizza una mostra e la scenografia per la serata conclusiva per l’edizione del Festival Time Jazz di Berchidda di quell’anno. Nel 2003 ha una personale alla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Castel S. Pietro Terme, mostra proposta lo stesso anno in Olanda alla Galerie Conny Van Kasteel. Altra esposizione personale è a Firenze nel 2004 nelle sale dell’Etoile – Toy Visual Art, mentre nel 2005 è invitato alla XIV Quadriennale di Roma da Luciano Caramel. Nel 2006 e nel 2007 partecipa all’Arte Fiera di Karlsruhe con la Galerie Malichin di Baden-Baden. Nel 2007 la Galerie Van Kasteel propone una sua personale, ed è invitato da Lucrezia De Domizio a partecipare all’evento Joseph Beuys – Difesa della natura, nell’ambito della 52° Biennale di Venezia. Tra le esposizioni più recenti si ricordano le mostre del 2010 a Milano (Università Bocconi e Museo del Risorgimento) e quella del 2011 al Palazzo Medici Riccardi di Firenze.

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine