Savinio Ruggero

(Torino, 1934)

Pittore e scrittore, nipote di Giorgio de Chirico, nasce a Torino, ma trascorre la giovinezza a Roma. Tiene la sua prima mostra a Roma nel 1956, presentato in catalogo da Giuseppe Ungaretti. Si iscrive alla facoltà di Lettere e nel 1958, vinta una borsa di studio, si reca a Parigi, città in cui si trattiene fino al 1961 tornando poi tra il 1965 e il 1968. Lì partecipa a varie edizioni del Salon des Grands et Jeunes d’aujourd’hui. Con la prima personale, allestita nel 1962 a Milano alla Galleria delle Ore, ha inizio un’attività espositiva che diverrà nel tempo sempre più intensa. Nel 1969 si trasferisce a Milano, dove nel 1974 partecipa alla mostra «La ricerca dell’identità», allestita da Gianfranco Bruno a Palazzo Reale. Nel 1986 ottiene il Premio Internazionale Guggenheim per la Pittura e partecipa alla Art International Exposition di Chicago. Nel 1988 e nel 1995 è invitato alla Biennale di Venezia con una sala personale. Nel 1993 dipinge lo stendardo per il Palio di Siena. Nel 1999 è presente alla Quadriennale di Roma e nella mostra «2000. Elogio della bellezza. Nostalgia della Bellezza» alla Galleria Appiani Arte Trentadue di Milano, dove nel 1993 aveva tenuto una personale. Nel 2000 partecipa alla mostra «Novecento. Arte e storia in Italia», alle Scuderie del Quirinale di Roma, e disegna la Medaglia del Giubileo degli Artisti in occasione dell’Anno Santo. Nello stesso anno è invitato come artist in residence a County Mayo, Irlanda, mentre nel 2002 ha insegnato come visiting artist presso il Vermont Studio Center, negli Stati Uniti. Nel 2004 è presente alla mostra permanente «Arte per Immagini » del Museo d’Arte «Costantino Barbella » di Chieti.
Ha avuto ampie mostre retrospettive: presso l’ex Convento di San Francesco di Sciacca (1989), a Palazzo Sarcinelli di Conegliano Veneto (1992), alla Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano (1995), a Villa Foscarini- Rossi di Stra (1997), al Castello Sforzesco di Milano (1999), al Museo dello Splendore di Giulianova e al Castello Sforzesco di Milano (1999), alla Sala del Cenacolo di Roma a cura del Parlamento Italiano (2001), a Sondrio presso la Fondazione del Credito Valtellinese, Palazzo Sertoli e Palazzo Sassi (2004), e nella sede della Fondazione del Credito Siciliano di Acireale (2005). Sue opere sono presenti in prestigiosi musei e raccolte italiane e straniere, come la Collezione Boschi di Milano, la Collezione Guggenheim di Venezia-New York, il Museo Ludwig di Colonia, la collezione della Farnesina, Ministero degli Affari Esteri.
Dal 1995 è accademico nazionale di San Luca e membro del Consiglio accademico. Nel 2006 si è tenuta, presso il Museo Studio Michetti di Francavilla a Mare, la mostra «La famiglia De Chirico», che ha riunito opere di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio e Ruggero Savinio, a cura di Silvia Pegoraro. Nel novembre 2007 riceve dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il Premio Vittorio de Sica come pittore. Le sue opere sono presenti nel Padiglione Italia della 54a Biennale d’Arte di Venezia del 2011.

Giardino, 1993.
Savinio Ruggero

Giardino, 1993.

La conversazione, 1997
Savinio Ruggero

La conversazione, 1997

Giardino, 1993
Savinio Ruggero

Giardino, 1993

La conversazione di Burano o La tempesta, 1995
Savinio Ruggero

La conversazione di Burano o La tempesta, 1995

Notturno, 1995
Savinio Ruggero

Notturno, 1995

Spiaggia, 1995
Savinio Ruggero

Spiaggia, 1995

La conversazione dell’autunno, 1998
Savinio Ruggero

La conversazione dell’autunno, 1998

L’età dell’oro, 2006
Savinio Ruggero

L’età dell’oro, 2006

Spiaggia, 1994
Savinio Ruggero

Spiaggia, 1994

Un mosaico per Tornareccio

Un mosaico per Tornareccio

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine

La famiglia De Chirico

La famiglia De Chirico

In Nomine Patris

In Nomine Patris

Arte per immagini

Arte per immagini