Vernizzi Luca

(Santa Margherita Ligure/ GE, 1941)

 

Figlio d’arte di Renato Vernizzi, pittore parte dello storico gruppo dei Chiaristi, compie studi classici e artistici. Dal 1963 al 1967 lavora tra le file del “Corriere della Sera” per la scrittura di articoli di critica d’arte con Leonardo Borgese. La prima personale è però solo nel 1968 alla Galleria Pagani di Milano. In questa prima fase la tematica ricorrente nei suoi dipinti, motivo per cui viene chiamato “il pittore dei giovani”, è proprio quella della giovinezza che affronta gli entusiasmi e i problemi della propria età. In seguito a incontri di personalità rilevanti della cultura e dell’attualità, comincia invece a trattare con attenzione il genere del ritratto. A questo momento di ritrattistica Luca affianca anche un’indagine di impronta “metafisica” sul senso degli oggetti quotidiani che circondano la nostra vita, che una volta depurati della loro connessione con le sfere della contingenza raggiungono risultati quasi di astrazione. Oltre alle tante esposizioni in Gallerie pubbliche e private in Italia e all’estero (Argentina, Austria, Corea, Cina, Francia, Germania, ex Jugoslavia, Stati Uniti, Svizzera, Turchia), si ricordano, tra le manifestazioni più significative della sua attività, le mostre al Museo d’Arte Moderna di Saarbrucken nel 1975; all’Arengario con il patrocinio del Comune di Milano nel 1979; alla Galleria Nazionale d’Arte di Ataturk, Ankara (1995); l’esposizione realizzata, con gli auspici del Ministero della Cultura della Repubblica Popolare Cinese, negli Archivi Imperiali della Città Proibita di Pechino (1996); la mostra patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Como (2002), quella patrocinata dall’Ambasciata Italiana in Argentina (2005), e quella curata dall’Istituto Italiano di cultura di San Paolo del Brasile (2007). Del 2009 la città di Catania gli dedica due grandi mostre. Dal 1988 espone regolarmente alla Compagnia del Disegno di Milano. Dal 1975 è docente di Disegno all’Accademia di Brera. Sue opere si trovano in collezioni private e Musei d’Italia e del mondo. Tra le mostre più recenti c’è “Facies”, al Civico Museo di Arte Moderna e Contemporanea del Castello di Masnago (VA) (2011-2012), e la realizzazione del monumento “Roccia della Chiesa” dedicato al Beato Giovanni Paolo II al Santuario del Divino Amore di Roma. Vive e lavora a Milano.

Roccia della Chiesa, 2011
Vernizzi Luca

Roccia della Chiesa, 2011

OTTO MOSAICI PER GIOVANNI PAOLO II

OTTO MOSAICI PER GIOVANNI PAOLO II

Un mosaico per Tornareccio

Un mosaico per Tornareccio

Nel segno dell’immagine

Nel segno dell’immagine